10.10.15

CHANEL SS 2016 - CHANEL AIRLINES .........I WILL FLY WITH YOU !


The Chanel world is a different world and it is difficult to understand about its own essence. It is a place, a mental space, a charming passion more similar to a mania than a simple attraction.

If I should try to explain about the emotions and psychological reflexes which break out in a woman mind when she thinks about or spells these 6 magic letters “CHANEL” I think that I can just say 7 letters. “Ferrari”.
 


Il mondo Chanel è un mondo a parte d cui è difficile comprenderne l’essenza. E’ un luogo, uno spazio mentale, una seducente passione molto più simile ad una mania che ad una semplice attrazione.

Se dovessi cercare di spiegare quali emozioni e quali riflessi psicologici si scatenano nella mente di una donna, quando si pensano o si pronunciano questo 6 magiche lettere “CHANEL” credo che semplicemente  potrei pronunciare solo 7 lettere. “Ferrari”.











Only in this way a man can understand the Chanel world and, despite he is not able to  realize the true value, he can feel its emotional quality, similar to an instinctive reaction that a man has when, in the first millisecond of visual reaction, he understand to look at a Ferrari.




Chanel is an emotion born with dolls when we were children, that increased in teens, it is the reasoned insanity of a dangerous attraction, it is what about women feel the “damned” need to “own”.


Solo così un uomo può capire il mondo Chanel e, nonostante non possa comprenderne il reale valore, può percepirne la qualità emotiva, simile a quella reazione istintiva che un uomo produce quando, nei primi millisecondi di reazione visiva, capisce di vedere dinanzi a se una Ferrari.

Chanel è l’emozione nata con le bambole da bambina che si perpetua dalla adolescenza su di noi, è la follia ragionata di una attrazione pericolosa, è ciò di cui le donne sentono il “dannato” bisogno di “possedere”.





The main difference with the men universe is just in it, is that Chanel is a need for ourselves and not for the others, it seems that women feel it as a part of their own femininity  that for some unknown reasons it had been taken away from the birth.

It is a research and a need that never stop, and that instead of burning out it increases stronger as it should be an essential element of our life.   

With this preamble it is clear how was my emotion in taking part in this incredible show in Paris where, in Gran Palais changed in an unreal Airport gate, CHANEL AIRLINES takes on board all the guests for the flight to “CHANEL” land.

The guests have seen in front of them an airport line with check in desks full of beautiful hostess and young good looking ground hostess who have given instruction about the seats, handed out tickets and catalogues near to the desks with conveyor belt for the baggage board.  


La grande differenza con l’universo maschile è proprio in questo, nel fatto che Chanel è un bisogno per sé e non per gli altri, è come se le donne lo sentano come una parte della propria femminilità che per qualche ragione ci è stata tolta dalla nascita.
E’ una ricerca e un bisogno che non si ferma mai, e che nel tempo invece di spegnersi, cresce sempre più forte come se fosse un elemento imprescindibile della propria esistenza.

Con questa premessa si capisce quale è stata l’emozione, per me, di partecipare a questo incredibile show a Parigi dove, nel Gran Palais trasformato in un Gate di un Aereoporto immaginario, la CHANEL AIRLINES ha imbarcato le migliaia di invitati a prendere il volo con destinazione “CHANEL” land.

Gli invitati alla sfilata si sono trovati dinanzi un ala di un aeroporto con tanto di desk check in occutati da splendide hostess e giovani assistenti di terra di bella presenza, che fornivano indicazioni su dove sedersi, e consegnavano i biglietti e cataloghi, vicino ai desk dotati di nastri trasportatori per il bagaglio da imbarcare.





Share:

6.10.15

JOHN RICHMOND SS2016 - THE ROCK PERSONALITY


John Richmond per me rappresenta lo spirito “Rock” del fashion, inteso come sofisticato momento di fusione di elementi naturali della chimica della moda, attraverso una chiave di lettura decisamente identitaria.
Le passioni che formano il “suo” universo stilistico, continuano ad attrarmi perchè sono istintivamente presenti nel mio inconscio ogni qualvolta devo scegliere i capi che voglio indossare per i miei outfit.



“Personalità” è per me un concetto che identifica uno stile che porta con sè qualcosa di segreto ma percepito, che va riscoperto ogni giorno e che sento molto vicino al mondo di John Richmond.
Determinazione, Sexyness, Libertà di “essere sè stessi”, voglia di poter decidere di “non voler indossare per forza tutto quello che la moda propone”, questo è il mio punto di partenza, e questo suo modo di creare “style” lo percepisco molto affine.


BALMAIN LEATHER JACKET, ALEXANDER McQUEEN FOULARD , PINKO TOP, PHILIPP PLEIN LEGGINGS, STELLA McCARTNEY BAG,  





Da anni seguo il suo percorso, e in molte collezioni ne vedo tracce, ne riconosco il profumo, e sento il suo incedere, unico e sofisticato, molto vicino e ogni giorno mi ritrovo a scoprirne elementi che diventano sempre più attraenti.
John è uno stilista planetario, sofisticato creativo che porta la sua ricerca sempre avanti, spinto da una passione che vede la musica, sempre al primo posto nella sua mente.




Probabilmente non esiste niente altro di più evocativo, e questa passione viene sempre fuori nelle sue creazioni: un ricamo, un tessuto, un abbinamento, il sottofondo musicale delle sfilate evidenziano questo patrimonio genetico di creatività.

Le canzoni dei Soft Cell e del suo solista Marc Almond, sono state il tappeto sonoro i cui “splendide silhouette” tutte rigorosamente con i “capelli rossi” hanno raccontato un nuovo progetto estetico, in cui richiami di geometrie “simmetriche”, si sono esteriorizzati in composizione cromatiche “liberty style” dove sia i materiali, che i colori e i tagli geometrici,  hanno reso questa collezione una pietra miliare della sua storia nella moda, al pari delle stesse canzoni che l’hanno raccontata.




Ho visto apparire, il “rock” di John Richmond, nei meravigliosi abiti lunghi presentati come avrei sempre voluto ma che non arei potuto essere in grado di raccontare.
E’ stato un vero spettacolo fatto di trasparenze sexy che mettono i evidenza le gambe……e che fanno di una donna l’essenza della bellezza.

Oh my god!!!…..ho sempre adorato gli abiti lunghi nonostante li abbia sempre visti un po’ fuori dal tempo ma terribilmente necessari in un guardaroba che si rispetti, e sempre ho faticato a trovare qualcosa che mi potesse attrarre al primo impatto.







Stavolta, John, ha saputo mescolare con sapienza le trasparenze, ponendole in una tela neutra, il corpo della modella, in cui le linee conducono lo sguardo sull’abito come se fosse un percorso tracciato su una mappa virtuale.

Simile ad un circuito stampato, di una scheda elettronica, di un prototipo di androide umano, ha regalato al corpo femminile, un’immagine senza tempo, in cui la bellezza segue le linee dei tagli e dei ricami piuttosto che i vuoti delle nudità.





L’effetto optical delle texture sulle stampe richiama la stessa logica e ricorda i giochi cromatici di “futuro” e di modernità degli anni 70, rivisitato in chiave più pop insieme a scarpe con tacchi spessi e in contrasto di colore, che hanno dato la giuste dose di Glam alla collezione.

Una menzione speciale per il giubbino in pelle con i tagli geometrici, e il tubino con le trasparenze laterali, ripetuto poi nelle gonne lunghe, che rimandano al design bicolore delle più moderne vetture ibride ed elettriche presentate nei car Show del 2015.


I suoi tagli e i rapporti geometrici, molto squadrati e sofisticati, creano il sottile filo conduttore che vede il design evolversi verso una precisa direzione, in cui John Richmond risulta sempre proiettato, in cui “style” e “moderno” si fondono seconde le nuove regole del ….sexy!!


E’ questo il….nuovo”Rock ”?

Audrey
Audreyworldnews






Share:

1.10.15

GIORGIO ARMANI SS2016 E IL SEGRETO DELLA SUA BELLEZZA






Il Giorgio Armani di quest’anno è veramente speciale perché segna i suoi 40 anni nella moda e rendono questo momento memorabile nelle storia del Fashion mondiale.

Share:
© AudreyWorldNews fashion luxury lifestyle | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig