18.11.17

The Elective Affinity: Salvador Dalì & Vivienne Westwood

Scarab  n1 1971 of Scabal - Salvador Dalì pictures by Monty Shadow
Le collaborazioni fra Arte e Moda sono state sempre affascinanti da seguire perché,nel tempo si rivelano in tutta la loro grandezza che difficilmente viene percepita nel momento in cui viene realizzata. Il tempo, forse è la “distanza” che serve per comprenderle a fondo, dato il momento che viviamo, intriso di tanta contemporaneità, che ci spegne la capacità di “osservare” quello che “guardiamo”.


Scarab  n1 1971 of Scabal   - inside pages
Le grandi “visioni di insieme” hanno la forza di disegnare una “narrazione nobile” che può mettere in evidenza la sensibilità di un Brand, ponendola in una giusta “prospettiva” che solo un’artista può dare. Ma perché un grande artista decide di mettersi al servizio di qualcuno?per  realizzare delle opere d’arte?...Basterebbe pensare al Rinascimento Italiano con i suoi Leonardo, Michelangelo, Raffaello, Giotto, Brunelleschi etc… per capire come questa sia stata sempre una loro prerogativa  perpetuatasi fino ai nostri giorni.

Scarab n.1 - 1971 by Scabal - cover and inside page 
Forse il lato umano dell'artista accetta ”la sfida" mentre il suo lato artistico stimola ad accettare l’incarico per reinterpretare il mondo secondo la propria prospettiva, o forse è un semplice esercizio estetico, o forse vanità o solo una questione di soldi….forse è  tutto questo ma…. non solo. La scintilla è scoppiata durante la sfilata di Vivienne Westwood a Parigi, il mese scorso, durante la fashion week Spring Summer 2018., quando convinta di essere ad una normale sfilata di moda, ho visto passarmi dinanzi immagini, molto diverse e molto più vicine ad una esibizione d'arte contemporanea. 

Salvador Dali  -   Costume of Chamberlain -  from Scarab n1 1971 of Scabal  - and Vivienne Westwood Show in Paris ss 2018
Nella sua anticonvezionale e assurda “stranezza” ho sentito il senso della modernità, che mescolando in sè elementi di 50 anni d'arte contemporanea, mi ha fatto venire a mente le immagini di un progetto di Salvador Dalì, che si cimentò nella sua personale interpretazione dell’uomo del 2000 per una casa di moda maschile di Tessuti e Abiti sartoriali: Scabal.

Vivienne Westwood Show in Paris ss 2018 - Salvador Dali  -  Man Of The Year 2000 - from Scarab n1 1971 of Scabal 
Scarab era un magazine - catalogo “ sui generis” che nel 1971, la casa di moda e di tessuti Scabal, uno delle più importanti aziende di produzione di tessuti maschili, commissionò e realizzò con Salvador Dalì in cui l’artista  stesso immaginava l’uomo del 2000.

Salvador Dali  -   Scabal The Stylish Footman -  from Scarab n1 1971 of Scabal  - and Vivienne Westwood Show in Paris ss 2018
Insieme a fotografie dell’artista realizzate da Monty Shadow, che ne seguì tutta la direzione creativa, furono pubblicate 12 tavole che rappresentavano la “sua” idea dell’uomo del 2000.

 Vivienne Westwood Show in Paris ss 2018 - Salvador Dali  -  Mimetic Character.-  from Scarab n1 1971 of Scabal 
Il magazine Scarab sarebbe dovuto essere qualcosa che avrebbe dovuto ripetersi negli anni, ma poi restò un’opera unica nella storia dell’arte e della moda.

Salvador Dali  -  Year 2000 -  from Scarab n1 1971 of Scabal  - and Vivienne Westwood Show in Paris ss 2018
Lascio a voi osservare i disegni di Dalì e le immagini di Westwood: appare facilmente immediato notare come, le affinità di questi due grandi artisti, siano evidenti e sorprendentemente innovative.

 Vivienne Westwood Show in Paris ss 2018 - Salvador Dali  -  Lady Godiva-  from Scarab n1 1971 of Scabal 
A livello più tecnico sorprendono le similitudini dei particolari: i tacchi femminili, i giganteschi polsi delle giacche, le cravatte utilizzate come elemento decorativo, gli abiti bifacciali con un lato frontale diverso dal lato posteriore, le farfalle e la frutta come ornamenti, baldacchini di matrice pseudo religiosa intorno alle figure in passerella e molto altro.

Salvador Dali  -  Anaemic Nympholeptic High School Kids of future -  from Scarab n1 1971 of Scabal  - and Vivienne Westwood Show in Paris ss 2018
40 anni di differenza separano la nascita dei due grandi artisti, e non mi meraviglierei  se inconsciamente Vivienne Westwood abbia interiorizzato le immagini di Dalì. Non so neanche se, alla base della innata voglia di scoprire, scomporre, rielaborare, ricostruire, e ricodificare, ci sia nell'uomo la ricerca di qualcosa di superiore, oppure se questo è sono il frutto di algoritmo che non riusciamo ancora a capire.



Mi piace pensare però, come a diverse latitudini del nostro pianeta, nonostante distanze chilometriche impossibili da raggiungere, esistano gigantesche piramidi che puntano verso lo stesso cielo allo stesso modo di come nell’arte, ci sono artisti giganteschi che a distanza di anni puntano verso l'alto i loro sguardi. 

E' però certamente solo un caso che oggi  18 novembre si lo stesso giorno in cui, di 49 anni fa, veniva pubblicato questo spettacolare volume. 



Audrey
Audreyworldnews


Share:
© AudreyWorldNews fashion luxury lifestyle | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig